your-name-anime-makoto-shinkai

Your Name, Makoto Shinkai ci porta con sensibilità oltre il tempo e lo spazio

Gli amanti degli anime, le opere d’animazione giapponesi, lo sanno bene: non esiste solo Hayao Miyazaki. Tra quanti meritano lodi (che fortunatamente non mancano) che vadano oltre i confini nipponici troviamo Makoto Shinkai, che i più attenti riconosceranno come creatore di film quali Il giardino delle parole, 5 cm per secondo o Viaggio verso Agartha. È dunque da salutare con gioia l’arrivo sugli schermi italiani di Your Name per tre date, 23, 24 e 25 gennaio, grazie a Nexo Digital e Dynit che, con il titolo di Makoto Shinkai, inaugurano la stagione 2017 degli Anime al Cinema.

L’anime dei record

Your Name giunge preceduto da una fama invidiabile. Campione al box office giapponese con oltre 175,8 milioni di dollari, che l’hanno posizionato al 4° posto tra i più alti incassi in assoluto del Sol Levante e al 1° tra gli anime di maggior successo (ha superato La città incantata), anche in Cina ha debuttato al primo posto e potremmo trovarlo tra i nominati ai prossimi Oscar.Your name di Makoto Shinkai

Protagonisti dell’anime scritto e diretto da Makoto Shinkai sono due giovani studenti giapponesi. Mitsuha vive nella piccola cittadina di montagna di Itomori, ben poco soddisfatta della sua vita caratterizzata da assenza genitoriale e monotonia. Taki è invece un ragazzo di Tokyo che lavora part-time nel ristorante italiano Il giardino delle parole, col sogno di lavorare nel campo dell’arte o dell’architettura.

Un giorno, i due si svegliano magicamente l’uno nel corpo (e nella vita) dell’altro. Dopo l’iniziale sgomento, impareranno un po’ per volta a gestire la situazione e a comunicare tra di loro tramite messaggi su carta o cellulare, instaurando un’atipica amicizia.

Le corde dell’emozione

Non fatevi ingannare dal fatto che i personaggi principali siano due studenti giapponesi. Makoto Shinkai non ci racconta semplicemente una storia d’amore/amicizia tra due adolescenti in cerca d’identità, ma alza parecchio il tiro, lasciando piacevolmente stupito lo spettatore. Con una trama che pare attingere da La casa sul lago del tempo, Your Name mischia elementi sci-fi e romantici per spingere efficacemente sul pedale dell’emozione.

Con un’animazione particolarmente curata che ha il suo punto di forza nei panorami al tempo stesso realistici e lirici, la storia che Makoto Shinkai racconta apre le porte del cuore oltre i confini del tempo e dello spazio, narrandoci di due giovani anime legate – letteralmente – dal filo rosso del destino, e di una difficoltà che li accomuna che va al di Your name di Makoto Shinkailà dei classici problemi adolescenziali ma scuote l’emotività, soprattutto in questo periodo in cui la cronaca sembra in parte rispecchiarsi nelle vicende del film.

È la malinconia a dominare con le sue note dolenti Your Name, che sfrutta monologhi interiori e brani musicali (composti da Yojiro Noda, cantante della band Radwimps) per farci entrare nell’intimità di Mitsuha e Taki, nelle loro riflessioni, preoccupazioni, e soprattutto – un po’ per volta – nella loro lotta contro tempo e spazio e contro lo svanire impietoso della memoria. Your Name commuoverà lo spettatore disposto a lasciarsi cullare dalla storia raccontata con sensibilità da Makoto Shinkai, abbattendo incredulità e leggi fisiche per seguire l’evolversi di un legame – letteralmente – magico.

Your Name sarà distribuito in Italia da Nexo Digital e Dynit con il sostegno del JNTO, L’Ente Nazionale del Turismo Giapponese. Per l’elenco delle sale andate su www.nexodigital.it.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!


About

Da sempre cultrice del cinema classico americano per indole familiare e dei cartoni Disney e film per ragazzi anni ’80 e ’90 per eterno spirito fanciullesco, inizio più seriamente a interessarmi all’approfondimento complesso della Settima Arte grazie agli studi universitari, che mi porteranno a conseguire la laurea magistrale in Forme e Tecniche dello Spettacolo. Amante dei viaggi, di Internet, delle “nuvole parlanti” e delle arti – in particolare quelle visuali – dopo aver collaborato con la testata online Cinecorriere, nel 2013 approdo a SeeSound.it, nel 2015 a WildItaly.net e nel 2016 a 361magazine.com, portando contemporaneamente avanti esperienze lavorative nell’ambito della comunicazione. CAPOSERVIZIO CULTURA


'Your Name, Makoto Shinkai ci porta con sensibilità oltre il tempo e lo spazio' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Shares