Henri Cartier-Bresson: a Roma la mostra dedicata al celebre fotografo.

Il 26 settembre scorso è stata inaugurata a Roma, al Museo dell’Ara Pacis, la mostra retrospettiva “Henri Cartier-Bresson” , evento che si tiene in questi giorni anche al Centre Pompidou di Parigi. La grande esposizione rimarrà nella Capitale fino al 25 gennaio ed è stata concepita in concomitanza con il decennale della morte del noto fotografo.

La mostra propone una nuova lettura dell’immenso corpus di immagini che Cartier-Bresson ci ha lasciato. Si parla, infatti, di oltre 500 opere esposte, tra fotografie, disegni, dipinti, film e documenti. Questa esposizione non vuole cogliere solo il senso di unità del suo lavoro e la sua abilità nel cogliere i momenti decisivi, ma si prepone di far ammirare i diversi periodi che hanno caratterizzato Cartier-Bresson: negli anni trenta con il movimento surrealista, dalla guerra civile spagnola alla seconda guerra mondiale come militante documentarista e, dagli anni settanta, come artista più intimista.

Questa mostra è il frutto di un lungo lavoro di ricerca svolto dal curatore nel corso di molti anni di studio nell’archivio di Cartier-Bresson. Fateci un salto, ne vale veramente la pena!

Miriam Spizzichino

Studia Scienze della comunicazione presso l’Università di Roma Tre. Nota blogger esperta di moda, gestisce da tempo due blog personali, Pensieri Senza Confini e Rebel Fashion Blog. Scrive su diversi giornali, quali Shalom, Lusso Style e Fanpage. Nel dicembre 2013 è uscito il suo primo libro: Le malattie del nostro mondo. COLLABORATRICE SEZIONE CULTURA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares