Ratafiamm, Tourist You Are The Terrorist: tra illusione e ricerca sonora

RatafiammParliamo dei Ratafiamm,  duo composto da Enrico Cibelli e Andrea De Nittis, e del loro nuovo lavoro in studio Tourist You Are The Terrorist.

Ratafiamm, un sound onirico e ricercato

Non è facilissimo inquadrare i Ratafiamm in un genere. Indie rock miscelato al pop d’autore e all’elettronica dal sapore più lirico; un sound elegante e ricercato, condito con una vena testuale malinconica costruita a mo’ di lettura recitata. Indubbiamente una band di gran classe.

Se il panorama indie del Bel Paese sta cambiando, i Ratafiamm sono parte integrante di questo cambiamento. Sempre ammesso e non concesso che il termine “indie” significhi realmente qualcosa.

Condensare dentro un unico disco un brano come Le Chiavi, costruito su ritmiche in controtempo e una linea di chitarra rockeggiante, e un brano come Vedere, dalla vena marcatamente elettronica, è segno di due fattori che, a nostro avviso, stanno alla base della produzione musicale dei Ratafiamm. Da un lato la vicinanza a un sound classico, e diretto, dall’altro la voglia di ricreare un’atmosfera più onirica di questa elettronica a volte sintetica e a volte lirica.

Parole, sogno e illusione per un universo sonoro affascinante

Il tutto legato da questa vocalità che va a recitare il testo piuttosto che cantarlo cosa che, per certi versi, fa concentrare di più l’ascoltatore sulle parole anziché su una qualunque linea melodica.

Dilettanti, Piccola Patria e Santa Claus sono un altro esempio calzante di come la scelta di queste sonorità elettroniche, dagli echi e dalle suggestioni prepotenti, possano essere il “palco scenico” perfetto per questa vena testuale ricercata e molto elegante. Una vena che, veramente, merita di essere snocciolata e goduta come se fosse un organismo a parte, in grado però di integrarsi alla musica per dare vita a un qualcosa di affascinante e di qualitativamente impeccabile.

Altro momento molto interessante di questo disco è la cover di Veramente di Mario Venuti . In questo caso la canzone viene radicalmente stravolta, fino a diventare un universo sonoro altro, un qualcosa di incredibile e indescrivibile che merita davvero un ascolto.

I Ratafiamm sembra quasi che abbiamo scelto di decontestualizzare la propria produzione musicale, dividendola in parti uguali tra l’illusione, il sogno e ricerca sonora. Ben vengano band di questo genere che senza strafare e senza risultare pedanti, riescono a creare qualcosa di nuovo e di bello sia a livello sonoro che a livello concettuale.

RatafiammUn disco di sostanza

Tourist You Are The Terrorist è un disco di sostanza, una sostanza frutto della grande lavorazione (sempre sonora e concettuale) che hanno messo in opera i Ratafiamm su musica e parole: in questo disco tutto suona come se fosse altro, non c’è staticità e non ci sono spazi morti, c’è solo una grande competenza e un grande fascino.

Dopo questi circa 30 minuti di musica l’ascoltatore si perde nell’universo sonoro messo in scena da questa band e resta appagato e stupito. Un po’ come quando da bambini si assisteva a un numero di magia e si restava a bocca aperta. Ecco, i Ratafiamm sono come dei moderni illusionisti che, con note e parole, danno vita all’incredibile.

Se siete stufi del solito “indie” sciapo e senza voglia e volete ascoltare qualcosa di veramente nuovo, questo disco è proprio quello che vi ci vuole.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE!

Mirco Calvano

La musica è la mia passione: sul palco dietro una batteria e sotto al palco in un mare sterminato di dischi. Laureato in Letteratura, Musica e Spettacolo e in Editoria e Scrittura a La Sapienza di Roma, passo il mio tempo tra fogli bianchi, gatti e bacchette spezzate. CAPOSERVIZIO MUSICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares