Space Jam: New Legends, arriva il sequel con LeBron James

25 anni dopo l’iconica pellicola che ha visto Michael Jordan collaborare con i Looney Tunes per sconfiggere i Monstars, arriva il sequel del film con protagonista la stella NBA LeBron James. Space Jam: New Legends è arrivato nelle sale italiane giovedì 23 settembre con l’obiettivo di far rivivere le stessi emozioni ai bambini di ieri e far emozionare le nuove generazioni unendo il talento e la presenza del fenomeno in maglia Lakers ai classici Looney.

La storia vede protagonista LeBron James, uno dei pià forti giocatore di pallacanestro della storia, che sogna per il figlio Dom un futuro da atleta nel mondo del basket. Il desiderio perseguito da LBJ è quello di portare il secondogenito in NBA una volta concluso il college e per questo motivo decide di iscriverlo a un campo estivo sportivo. Il ragazzo rifiuta la proposta del padre visto che l’obiettivo di Dom è quello di diventare un creatore di videogame. Dopo un colloquio negli studi della Warner Bros, i due si ritrovano all’interno della stanza dei server della compagnia cinematografica per poi venire subito dopo risucchiati all’interno del Server-Verso, un universo parallelo composto da film, cartoni animati e serie televisive (sempre del gruppo Warner) e guidato da Al-G Rhythm, un’entità computerizzata con una super intelligenza.

Dopo che il figlio Dom viene catturato da Al-G, LeBron deve salvarlo e per farlo dovrà partecipare a una partita di basket insieme ai Looney Tunes. Il team dovrà sconfiggere la Goon Squad, squadra composta da cloni digitalizzati di alcune stelle della NBA e WNBA.

Un complicato rapporto padre-figlio

space jam: new legendsLa pellicola, dopo una piccola introduzione che riporta indietro le lancette dell’orologio alla gloriosa scena tra Michael e il padre, inizia con un’introduzione che ripercorre la carriera da cestista di James. Subito dopo viene mostrato il complicato rapporto che LeBron ha con suo figlio Dom. Mentre il padre è impegnato a instradarlo alla strada del sacrificio e della pallacanestro, il secondogenito pensa a progettare il suo videogame incentrato su un basket spettacolare e sulla scanerizzazione virtuale dei giocatori.

Consigliato dalla moglie, James prova a riavvicinarsi al figlio e si avvicina al mondo videoludico. Il tempo di una visita agli studi Warner Bros. (per un appuntamento di lavoro) e ci si ritrova nel Server-Verso, un universo parallelo in cui riscopriamo il meraviglioso mondo dei prodotti Warner. Dopo aver rapito Dom, Al-G sfida LeBron a una partita di pallacanestro. Se vince, lui e il figlio potranno tornare a casa, se perde rimarranno imprigionati per sempre nel nuovo universo.

Con l’obiettivo di tornare a casa il più presto possibile, King James si ritrova nel mondo dei Looney Tunes insieme a Bugs Bunny per formare una squadra per il match contro Al-G. Nel mentre, l’entità computerizzata convince Dom a unirsi al suo team spiegandogli che alle volte bisogna vincere per mostrare chi si è veramente.

Looney Tunes vs. Goon Squad

space jam: new legendsLeBron James cerca di creare un superteam cercando di coinvolgere i personaggi più importanti dell’universo Warner, ma Bugs non è d’accordo. Il famoso coniglio infatti cerca di ritrovare tutti i membri della sua famiglia, convinti da Al-G a esplorare tutte le opportunità del Server-Verso. Passando per Superman per arrivare a Wonder Woman, con una breve tappa in Matrix, la squadra si costruisce ed è la stessa che ha battuto i Monstars nella pellicola del 1996.

Non c’è nemmeno il tempo per allenarsi che arriva il momento del fatidico match con una cornice di pubblico che unisce la realtà con personaggi fantastici. Ma il match non è un semplice incontro di pallacanestro, bensì un match con le regole del videogame di Dom. Tra un canestro e l’altro, la partita regala momenti di divertimento e di spettacolo con un finale tutto da godersi.

Space Jam: New Legends porta nuovamente il basket sul grande schermo con l’intento di far rivivere le stesse emozioni della pellicola con Michael Jordan. Il film, diretto dal regista Malcolm D. Lee, prova a costruire una trama da zero basandosi strettamente sul personaggio di LeBron James e sul mondo dei Looney Tunes.

L’idea di base di ripartire da una nuova idea, insieme alla velocità con cui si sviluppa il film, è sicuramente da premiare. Manca però qualcosa di originale. Il nuovo capitolo infatti si poggia su una trama basilare, già vista in qualche altra pellicola. La sensazione è quella di trovarci di fronte a un prodotto che ci riporta nell’atmosfera di Space Jam ma non inserisce nulla di creativo. New Legends, che partiva da grandi aspettative, dà quindi la sensazione di fermarsi a metà della sua realizzazione.

Da giovedì Space Jam: New Legends sarà al cinema distribuito da Warner Bros.

Sergio Pannocchia

Diplomato al Liceo Scientifico Statale “Ettore Majorana” (maturità scientifica) di Roma, frequenta la facoltà di Scienze della Comunicazione presso l’università Roma Tre. È da sempre appassionato di sport e in particolar modo di Basket. Segue da anni il campionato della NBA con particolare interesse per i San Antonio Spurs. Ha collaborato come redattore e video maker con i siti Basketlive e Basketitaly pubblicando diversi articoli. Ha inoltre svolto attività di collaborazione sul canale youtube Roma Breaking Videos. Attualmente è l’addetto stampa della società romana Smit Roma Centro. VICE CAPOSERVIZIO SPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares