The Conjuring: Per Ordine Del Diavolo, i Warren contro una nuova minaccia

Dopo aver aiutato la famiglia Perron in The Conjuring – L’evocazione nel 2013 e la Hodgson in The Conjuring – Il caso Enfield (2016), i coniugi Ed e Lorraine Warren tornano al cinema con un nuovo ed inquietante caso. In The Conjuring: Per Ordine Del Diavolo i due ricercatori del paranormale avranno a che fare nuovamente con il male e questa volta le cose non sono del tutto come ci si aspetterebbe.

Diretto da Michael Chaves (La Llorona – le lacrime del male), il film vede protagonisti Vera Farmiga e Patrick Wilson, che tornano per la terza volta a vestire i panni di Lorraine e Ed Warren, mentre Shannon Kook veste ancora i panni del loro assistente Drew Thomas. Al loro fianco Ruairi O’Connor, Sarah Catherine Hook, Julian Hilliard e John Noble. A produrre James Wan e Peter Safran.

Non sono stato io

Recensione di The Conjuring: Per Ordine Del DiavoloLa quiete di una tranquilla cittadina di provincia americana viene sconvolta da un brutale omicidio da parte del giovane Arne Cheyenne Johnson. Il ragazzo non ricorda nulla di quanto accaduto ma le sue azioni potrebbero essere state guidate da una mano invisibile. Cercando di capire cosa sia realmente successo, i coniugi Ed e Lorraine Warren visiteranno il ragazzo.

I due demonolgi inizieranno ad indagare e a ripercorrere il sentiero che li ha portati ad esorcizzare il giovane David Glatzel e come tale evento, in cui Arne era presente, sia connesso all’omicidio commesso da lui commesso. Un’indagine che li porterà a scontrarsi con forze tanto potenti quanto malvagie e che li metteranno a dura prova.

Un nuovo caso

The Conjuring: Per Ordine Del Diavolo inizia come ci si aspetti, di notte, con una enorme casa dove un bambino è posseduto. A tentare di salvarlo ci sono i noti coniugi Warren, esperti del paranormale e ultima speranza per la famiglia Glatzel. Il demone con cui hanno a che fare è più potente di quanto immaginassero e le cose non andranno previste. Un incipit a dir poco interessante, che presenta tutti i cardini del genere horror, dove abbondano tensione e paura. Un inizio degno di una delle migliori saghe horror degli ultimi anni. Un inizio in qualche modo anche spiazzante, perché nulla andrà per il verso giusto.

La tempesta che precede una tempesta ancora più grande e che vede Lorraine ed Ed Warren tornare nuovamente in azione dopo il brutale omicidio commesso da Arne. I due inizieranno così un’indagine a ritroso, cercando indizi utili a risolvere un caso intricato. Ci vengono quindi mostrati, in un flashback, gli eventi che hanno portato alla possessione del piccolo David e cosa l’ha provocata. Una scoperta che sconcerterà i Warren, che scopriranno di avere a che fare con un nemico inaspettato.

Un racconto permeato da una costante inquietudine, presente anche in quei pochi momenti di gioia, che riesce a mantenere sempre alta l’attenzione dello spettatore. Una storia interessante, avvincente e capace di catturare l’attenzione sin da subito. Basato su fatti realmente accaduti, come i due precedenti capitoli, The Conjuring: Per Ordine Del Diavolo spiazza perché mette i due protagonisti contro un nemico inaspettato e capace di tenergli testa come nessun altro.

Un film che ovviamente presenta tutti i cardini del genere horror demoniaco, a partire dalla possessione, la presenza di inquietanti presenze e gli immancabili jumpscare, che faranno saltare sulla sedia più di una volta. Uno svolgimento sicuramente già visto, con un pizzico di ironia che non guasta, ma che riesce a fare il suo lavoro egregiamente.

 

Possessioni, omicidi e misteri

Recensione di The Conjuring: Per Ordine Del DiavoloIl film deve la sua discreta riuscita alla sceneggiatura ad opera di David Leslie Johnson-McGoldrick, già autore dello script de Il caso Enfield, che riesce a portare sullo schermo una vicenda capace di mantenere alta l’attenzione dello spettatore e dove l’ansia, il mistero e l’angoscia abbondano.  Difficile non restare con gli occhi fissi sullo schermo per le due di proiezione, che ad eccezione di pochi punti di quiete, scorrono veloci.

Un film che prende spunto da un fatto realmente accaduto negli anni ’80 in America, seguito da un processo divenuto noto in tutto il mondo, per poi crearci attorno una storia tipica del cinema horror, dove nulla è come sembra e in cui i due protagonisti si troveranno davanti ad un caso più intricato del solito. Non deludono gli attori, in particolare di Vera Farmiga e Patrick Wilson, ormai pienamente a loro agio nei panni dei coniugi Warren. Una coppia affiatata che dopo 30 anni di matrimonio si ama come non mai.

Convince anche la regia di Michael Chaves, che riesce a portarci nel pieno della spaventosa vicenda facendo divenire chi guarda spettatore privilegiato di quanto accade. Lo spettatore diviene così accompagnatore invisibile dei Warren e degli altri protagonisti, sempre presente senza però poter mai intervenire. Piacerà ai fan del genere.

The Conjuring: Per Ordine Del Diavolo al cinema dal 2 giugno con Warner Bros..

Emanuele Bianchi

Appassionato di cinema, fotografia, teatro e musica sin da piccolo decide di farne il suo lavoro. Miyazakiano convinto, tanto da incentrare la sua tesi sul suo cinema, e divoratore di anime tanto da volere Eikichi Onizuka come professore al liceo, è uno Jedi come suo padre prima di lui e “nato pronto” e sì, anche un inguaribile nerd (pollice verso per coloro che non colgono le citazioni). Laureato in cinema presso il DAMS di Roma 3 e diplomato in fotografia presso il CST, inizia a collaborare (e tutt'ora collabora) come critico di cinema e fotografo di concerti con varie webzine di cui da subito ha sposato il progetto con entusiasmo. Giornalista pubblicista iscritto all'albo. Sempre in movimento, perennemente in ritardo. CAPOSERVIZIO CINEMA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares