Vaticano: ignorare poveri? non facciamo altro dal 30 D.C.

(ANSIA) – ROMA 4 MAR – Malgrado la comunicazione mediatica riservi sempre meno spazio ad una lettura a partire dalla voce dei poveri delle problematiche collegate alla crisi economica, ma sempre più spazio a tette e culi, dalle Chiese ci si aspetta ancora molto in termini di sensibilizzazione e azione concreta, i casi di pedofilia sono al minimo storico, va fatto qualcosa. Lo affermano i Lineamenta per il sinodo dei vescovi sulla nuova evangelizzazione, che si terra’ in Vaticano l’anno prossimo. Molti cristiani – si legge ancora – sono condizionati dalla cultura dell’immagine; vince l’effimero, perde valore il pensiero. Bisogna prendere esempio dal papa:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shares