Weathering with You, Makoto Shinkai porta il Sole in sala

Appuntamento al cinema il 14, 15 e 16 ottobre con Weathering with You, nuovo anime di Makoto Shinkai tra coming of age e fantastico

 

A tre anni dallo straordinario successo di Your Name, Makoto Shinkai torna nelle sale italiane grazie a Nexo Digital e Dynit, che proseguono la Stagione degli Anime al Cinema con l’ultimo film d’animazione scritto e diretto dal regista nipponico. Weathering with You approderà al cinema solo il 14, 15 e 16 ottobre, forte del suo incasso in Giappone di oltre 100 milioni di dollari americani, che lo hanno reso il 10° film giapponese con il maggior incasso di tutti i tempi e il film giapponese con il più alto incasso del 2019.

Sinossi

Protagonista di Weathering with You è Hodaka, studente delle superiori che fugge dalla sua remota isola natale per rifugiarsi a Tokyo. Qui la vita non sarà facile per il ragazzo, costretto ad affrontare difficoltà economiche e personali. Trovato lavoro come stagista presso una piccola rivista, farà conoscenza con una ragazza di nome Hina, brillante e volitiva. Non solo la giovane vive da sola col fratello minore costretta dalle circostanze, ma in più possiede un’incredibile abilità: il potere di fermare la pioggia e far risplendere il sole.

 

LEGGI ANCHEYOUR NAME, MAKOTO SHINKAI CI PORTA CON SENSIBILITÀ OLTRE IL TEMPO E LO SPAZIO

 

Tra modernità e magia

Come già accaduto per altri titoli della sua filmografia, anche per Weathering with You Makoto Shinkai mette al centro della narrazione dei ragazzi, intrecciando love story, coming of age e momenti fantastici, strizzando in più l’occhio a elementi del folklore nipponico. La Tokyo dell’anime è una Tokyo perennemente bagnata dalla pioggia, in un riflesso atmosferico dello stato d’animo del suo giovane protagonista. Una Tokyo ipermoderna ma in cui sono le preghiere rivolte al cielo, i passaggi sotto i torii rossi (i tradizionali portali d’accesso che portano a un santuario shintoista o a un’area sacra) o i cumulonembi da cui cadono pesciolini acquatici a dettare il destino dei personaggi. I dettagli più fantastici tendono tuttavia a non prendere il sopravvento nella narrazione, se non verso il finale.

Con delicatezza, sensibilità e un sottofondo costante di malinconia cui contribuisce l’incessante pioggia scrosciante del film, Makoto Shinkai racconta una classica storia di formazione e crescita, caratterizzata in questo caso da due solitudini e menti confuse che incontrandosi riusciranno a supportarsi per far tornare a splendere il sole, metaforicamente e (forse) letteralmente. Il regista nipponico sa tuttavia come affrontare in maniera speciale un tema non nuovo (e sotto altre forme già trattato nella sua stessa filmografia), non deludendo i suoi sostenitori.

 

LEGGI ANCHE: OLTRE LE NUVOLE, IL LUOGO PROMESSOCI, IL POETICO ESORDIO DI MAKOTO SHINKAI

 

Un’animazione poetica

L’animazione di Weathering with You è – come sempre quando c’è di mezzo Shinkai – curatissima, tra panorami ricostruiti con attenzione al realismo e ai dettagli, ma che anche grazie a un sapiente uso delle luci vengono resi lirici, come se si stesse osservando un dipinto. La voice over contribuisce ad avvicinarci al percorso di crescita e maturazione di Hodaka, ad abbracciarne il punto di vista di ragazzo che ha perso la bussola e sta cercando il proprio Nord anche a costo di sbagliare. Mentre quella tra Hodaka e Hina non è la classica storiella sentimentale tipica degli anime giapponesi ambientati tra i banchi di scuola, ma è più il racconto di un affetto che si fa così forte da arrivare a sfidare autorità… o divinità.

La colonna sonora affidata al gruppo dei Radwimps accompagna la narrazione e commenta gli stati d’animo dei personaggi, tutti – anche quelli secondari – volti alla sopravvivenza in un mondo sempre più confuso, ma in cui sono infine i rapporti umani a decretare la salvezza. Tra una goccia di pioggia e un raggio di sole volto a squarciare le nuvole, a fine visione si uscirà dalla sala col volto sorridente.

 

SE QUESTO ARTICOLO TI È PIACIUTO, SOSTIENI WILD ITALY CON UNA DONAZIONE! 

 

Giorgia Lo Iacono

Da sempre cultrice del cinema classico americano per indole familiare e dei cartoni Disney e film per ragazzi anni ’80 e ’90 per eterno spirito fanciullesco, inizio più seriamente a interessarmi all’approfondimento complesso della Settima Arte grazie agli studi universitari, che mi porteranno a conseguire la laurea magistrale in Forme e Tecniche dello Spettacolo. Amante dei viaggi, di Internet, delle “nuvole parlanti” e delle arti – in particolare quelle visuali – dopo aver collaborato con la testata online Cinecorriere, nel 2013 approdo a SeeSound.it, nel 2015 a WildItaly.net e nel 2016 a 361magazine.com, portando contemporaneamente avanti esperienze lavorative nell’ambito della comunicazione. CAPOSERVIZIO CULTURA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shares